PROVE DINAMICHE – TSH

 Test di stimolazione con TRH

Si somministrano 400 o 500 mg di TRH (la somministrazione, di solito, è e.v., può anche essere i.m. o per infusione venosa continua). Se la somministrazione avviene per via venosa in bolo i prelievi ematici vanno eseguiti a 0, 30 e 60 minuti. Il TSH aumenta rapidamente, raggiungendo il picco massimo dopo 15-30 minuti e riducendosi più lentamente (qualche ora).

Il TRH test è una prova fondamentale per distinguere l’ipotiroidismo secondario (ipofisario) dal terziario (ipotalamico), nell’ipotiroidismo secondario c’è una risposta ridotta o assente, nel terziario, nonostante i bassi valori del TSH, del T3 e del T4, c’è una risposta anche se ritardata rispetto ai pz. sani.

Pz. con ipotiroidismo primitivo sub-clinico (TSH normale, ormoni tiroidei con valori dubbi) rispondono in maniera esagerata e protratta nel tempo al TRH test. Nell’ipertiroidismo di qualsiasi origine il TSH non aumenta in seguito a stimolo con TRH come pure non aumenta in tutti quei casi dove vengono assunti ormoni tiroidei a scopo terapeutico.

Esecuzione del test

Adulti e minori con peso > di 50 Kg: 200 mcg di TRH e.v.

Bambini con peso inferiore a 50 Kg: 1 mcg di TRH/Kg e.v. 

Prelevare il campione per il dosaggio basale, iniettare e.v. la dose di TRH, ripetere i prelievi a 30, 60 minuti e determinare i valori di TSH dei campioni ottenuti

Eutiroidismo                <= 4                                        <= 25

Ipertiroidismo                < 4                                         < 4 nessun incremento

Ipotiroidismo                  > 4                                         > 25 forte incremento

Ipotiroidismo II            non rilevebile                              nessun incremento