Parassiti

Norme cui attenersi al fine di rendere attendibile l’esito dell’esame:


Durante la settimana della raccolta delle feci non fare uso delle seguenti sostanze:

lassativi, solfato di bario per indagini radiologiche, oli minerali, antidiarroici non assorbibili, antimalarici e tetracicline.

Per prevenire il deterioramento degli eventuali parassiti, le feci devono essere raccolte in presenza di un conservante.

Munirsi di un contenitore adatto contenente il conservante, disponibile nel nostro laboratorio.

ATTENZIONE !

Il flacone contiene formalina: non ingerire, non lasciare il contenitore a portata dei bambini. In caso contatto sulla pelle lavare abbondantemente con acqua, se accidentalmente venisse ingerito o venisse a contatto con gli occhi, dopo aver sciacquato abbondantemente, recarsi al vicino Pronto Soccorso.

 

Evacuare in un recipiente pulito, raccogliere una piccola quantità di feci (grandezza di una noce) evitando di riempire completamente il contenitore. Con l'apposito cucchiaino raccogliere dalle zone dove sono presenti muco o sangue.

Le feci non devono essere contaminate con urine ne essere recuperate dal vaso della toeletta.

 

In considerazione della emissione incostante dei parassiti nelle feci, è oltremodo opportuno procedere sempre all’esame di 3 campioni di feci raccolti preferibilmente a giorni alterni.
I campioni ( conservati a temperatura ambiente ) possono essere consegnati tutti e tre insieme.